Ricerca text: 12 Risultati


Con questigadget basta la luce solare per fornirci l’energia sufficiente quando siamo fuori casa, in un trekking o in viaggio Non ha avuto neanche il tempo di essere presentata, che una versione modificata dell’iPhone X sta già facendo il giro del mondo. I motivi sono due: prima di tutto il prezzo e poi le funzioni. iPhone X Tesla, questo il nome, rilegge il portabandiera di Apple aggiungendo al telefono una scocca con dei pannelli solari integrati. Prodotta dalla russa Caviar, una specialista in prodotti tecnologici di lusso, il melafonino solare parte da ben 3.800 euro per la versione da 64Gb e arriva ai 4.000 euro tondi tondi previsti per quella da 256Gb. Il prezzo è dovuto prima di tutto ai materiali preziosi. iPhone X Tesla ha a bordo oro e fibra di carboni......

Da sempre la cinese OnePlus ha avuto un solo obiettivo: sfornare smartphone in grado di competere con i migliori in circolazione, facendoli pagare meno degli altri. OnePlus 6 — che in realtà è l’ottavo telefono del gruppo — non fa eccezione: presentato la settimana scorsa a Londra, il gadget esce sul mercato al prezzo di partenza di 519 euro ed è pensato per vedersela con dispositivi finiti sulla bocca di tutti come Huawei P20 Pro, iPhone X e Galaxy S9 Plus senza fare brutta figura. Per capire se il lavoro di lima degli ingegneri della società è andato a buon fine ci abbiamo passato qualche giorno. Il primo approccio con il telefono ha qualcosa di molto familiare per chi non è nuovo al mondo OnePlus. La scocca di OnePlus 6 mantiene infatti la stessa forma del modello 5T dell’anno scorso, ma è stata riadattata pe......

Ottima l’ergonomia, magnetico il design e divertente la fotocamera. Nonostante un paio di difetti Honor 10 è tra i migliori smartphone della sua fascia di prezzo Dopo il lancio cinese di qualche settimana fa, nella giornata di martedì l’atteso smartphone Honor 10 è arrivato in Europa. Forte di un design rinnovato, di una fotocamera con funzioni di intelligenza artificiale e di un prezzo aggressivo il nuovo gadget di punta della società tenterà di fare meglio del già apprezzato predecessore dell’anno scorso. Abbiamo avuto modo di sperimentare il gadget già prima della presentazione per farci un’idea di come si funzioni nel quotidiano. Il design Il design è uno degli aspetti sui quali Honor ha lavorato di più per rendere unico il proprio gadget. Honor 1......

..tphone, che viene così a essere dotato di pulsanti accessibili e azionabili da ciechi. Si tratta di una modalità touch, alternativa alla tecnologia text-to-speech, con cui le persone affette da deficit visivo (13 milioni circa in Cina ) sono in grado di interagire con i dispositivi.  Per rendere accessibile l’uso di cellulari e tablet ai non vedenti molte aziende tech hanno puntato sulla voce. Apple e Google consentono la possibilità di tradurre il testo in parlato avendo integrato la funzionalità di sintesi vocale nei loro sistemi operativi mobili. Questa opzione è molto utile se si usa una chat, ad esempio, ma è meno efficace quando si va su una piattaforma di e-commerce con pagine piene di descrizioni che rendono più difficile arrivare al punto che si desidera.  Lo shopping online risulta più facile, invece, grazie all’utilizzo di semplici......

(Foto: Marques Bnlee) Era da qualche mese ormai che non si sentiva parlare più di Hydrogen One, lo smartphone della statunitense Red basato su schermo olografico e struttura modulare annunciato ormai quasi un anno fa. Notizie recenti parlavano di ritardi nella produzione e di un’uscita programmata per agosto, ma le prime informazioni sul prodotto vero e proprio emerse da diverso tempo a questa parte sono arrivate in queste ore da The Verge, che ha potuto mettere le mani sull’aggeggio in un hands on molto circostanziato ma comunque in grado di chiarire alcuni dei dubbi sul suo funzionamento. Basato su sistema operativo Android e su un potente ma non più recentissimo processore Snapdragon 835, il gadget è decisamente ingombrante: il display misura 5,7 pollici di diagonale e la scocca metallica (in alluminio o titanio) d......

(Foto: Lego) Lego ne ha in mente un’altra delle sue: la società danese ha annunciato in queste ore la nascita di Lego Powered Up, una nuova linea di set di mattoncini caratterizzata da funzionalità smart e che, a differenza dei gadget programmabili della già collaudata serie Boost, si potranno telecomandare a distanza. Quel che è peggio per le tasche dei fan è che il set incaricato di inaugurare la nuova gamma di prodotti è una replica della Batmobile, nella versione militare-rinforzata (per gli amici Tumbler) che il grande pubblico ha imparato a conoscere nella trilogia di film di Christopher Nolan. (Foto: Lego) Il set costerà 159 dollari e si compone di 321 pezzi, doppio motore e hub per le batterie e, una volta assemblato, si potrà controllare tramite l’apposita app della piattaforma Powered Up che sarà resa ......

(Foto: Gamevil) I videogiochi su smartphone stanno diventando un business legato non solo ai casual gamer: lo dimostrano le case interessate a produrre telefoni dedicati a questa fetta di pubblico ma anche le sempre più frequenti trasposizioni sui piccoli schermi di titoli e serie nati su pc e console. Il prossimo esempio potrebbe essere quello di Project Cars, simulatore di guida nato nel 2015 e che a breve avrà un titolo tutto suo sviluppato per smartphone. L’annuncio arriva dal team di sviluppo specializzato in titoli mobile Gamevil, che in una partnership con Slightly Mad Studios (gli sviluppatori originali della serie) porterà su Android e iOS un nuovo capitolo della saga battezzato Project Cars Go. (Foto: Gamevil) I dettagli purtroppo non sono stati diffusi, e mentre è facile immaginare che si tratterà di un gioco......

Con l’iPhone X , Apple ha introdotto per la prima volta Face ID, un sistema di riconoscimento facciale basato sulla scansione 3D del volto. Il funzionamento è semplice da spiegare anche se complesso tecnologicamente: una sorgente a raggi infrarossi proietta centinaia di punti, che servono per tracciare una mappa in tre dimensioni del volto, e se questa corrisponde a quella registrata in memoria, l’iPhone si sblocca. Oppure consente di accedere alle funzioni per cui in precedenza veniva usato Touch ID, il sistema di riconoscimento dell’impronta digitale di Apple.   A un anno dal debutto, su iPhone Xs, Xs Max e Xr , Face ID non ha conosciuto sostanziali miglioramenti: è leggermente più veloce, ma solo grazie alle più avanzate caratteristiche del processore A12. Intanto, su alcuni telefoni Android è finalmente disponibile un sistema analogo: il riconoscimento facciale di......

(foto: pixabay) Si sgretola alla luce mentre rimane intatto e flessibile al buio. Stiamo parlando di un particolare materiale, un semiconduttore inorganico (come il silicio, utile nell’industria come componente elettronico), friabile di giorno e ultra-pieghevole di notte. Il materiale in questione, costituito da cristalli di solfuro di zinco, è stato studiato dall’Università di Nagoya in Giappone. I ricercatori hanno mostrato, documentando con immagini, che la sua struttura si sbriciola letteralmente quando esposta alla luce e che invece può essere compressa senza rompersi se il campione è posizionato in una stanza al buio e a temperatura ambiente. Le applicazioni elettroniche di questo semiconduttore potrebbero essere varie. I risultati sono pubblicati su Science. (foto: Atsutomo Nakamura) I semiconduttori hanno c......

..ab Cselt .» Qui sono concentrate principalmente due business unit, Automotive ed Enterprise, e da qui viene coordinata l’attività di sviluppo del Text To Speech (TTS), tema centrale e trasversale per Nuance.  Con Nuance Dragon Drive l’auto risponde allo sguardo Andrea Nepori Copyright © Parlare con l’automobile   «In ambito Automotive stiamo assistendo a una vera rivoluzione copernicana: con il lancio della nuova Mercedes Classe-A, anziché puntare sul motore o sulle prestazioni del mezzo, per la prima volta il marketing è stato incentrato sul sistema di infotainment – spiega con soddisfazione Silvio Nasi, Sales Director Automotive EMEA –. Non si vende solo un veicolo, ma un’esperienza.» Esperienza che Nuance contribuisce a rendere il più possibile naturale e intuitiv......

Il mercato degli smartphone cresce ma non più come una volta e i produttori devono inventarsi qualcosa che spinga all’acquisto dei nuovi modelli. Le innovazioni vere, naturalmente, non arrivano ogni sei mesi così la narrativa degli smartphone è segnata da un’aggettivazione ipertrofica dove «rivoluzionario» ricorre con frequenza imbarazzante. E, in chiusura di un anno ricco di novità, ci si ritrova con pochi smartphone che val la pena segnalare: Huawei Mate 20 Pro , Google Pixel 3 XL , iPhone Xs Max , Samsung Galaxy Note 9 . Tutti top di gamma, dove l’innovazione non è solo più facile, visto il prezzo, ma pure richiesta: sono il meglio che l’azienda è in grado di produrre, e spesso servono per lanciare in anteprima funzioni disponibili poi su modelli meno costosi.     Smartphone: ecco i modelli più interessanti di quest’anno Tecnologia ......

Non fosse per il marchio Oppo sulla scocca posteriore, l’ultimo smartphone della casa cinese sembrerebbe più un soprammobile futuristico che un telefono. È perfettamente identico e liscio sia davanti sia dietro, e la sua armonia estetica non è intaccata neanche dalle fotocamere, che escono fisicamente dalla parte superiore del dispositivo solo quando servono.   Tutto schermo   Il rapporto display-corpo del 93,8 per cento, fa del Find X uno smartphone dal design unico, in un mercato sempre più omologato. Certo, saranno forse possibili minimi incrementi del rapporto display/superficie frontale, ma questo modello di Oppo è quanto c’è di più prossimo all’idea di uno smartphone tutto schermo: l’evoluzione successiva sarà qualcosa di diverso, magari un apparecchio con display pieghevole o arrotolabile.  Il Gorilla Glass di cui è rivestito il Find X dà l’impres......

Potrebbero interessarti:

Al Fujitsu Forum, conferenza annuale per il settore ICT che si chiude oggi a Monaco, si respira aria di cambiamento. Il CEO Tatsuya Tanaka ha scelto questa occasione per annunciare importanti cambiamenti alla struttura dell’azienda. Una mutazione complessa ma necessaria, spiega, per traghettare la grande corazzata nipponica verso un futuro di servizi e soluzioni cloud. Per Fujitsu il 2018......

Una notifica arriva nel cuore della notte, è il tuo nuovo committente che ti chiama per una sostituzione all’ultimo momento. Con Uber Works, la compagnia di San Francisco vuole rivoluzionare il mondo del lavoro a chiamata. Infatti, secondo quanto riporta il Financial Times , Uber starebbe sviluppando un’applicazione capace di mettere in contatto l’offerta e la domanda di lavoro tempo......

È il momento di Oppo. La maison cinese dei telefoni cellulari, dalle cui fronde è germogliata anche la dinamica OnePlus (il cui fondatore è stato ingegnere alle dipendenze del colosso che produce lettori di Blu-Ray e telefonini) ha scelto la Milano della moda e del design per presentare i suoi i due ultimi telefonini nel mercato europeo: RX17 Pro ed RX17 Neo.  Oppo è nata 17 anni fa a......

Per i suoi fedeli appassionati, la scomparsa di Vine è stata difficile da digerire. La piattaforma di mini-video della durata massima di sei secondi – fondata da Dom Hofmann, Rus Yusupov e Colin Kroll nel giugno 2012 – ha potuto contare su un seguito forse non così numeroso (gli ultimi dati resi pubblici parlavano di 100 milioni di spettatori al mese), ma sicuramente molto fedele.  ......

La presenza globale di Netflix si quantifica con numeri inequivocabili: 137 milioni di utenti in 190 paesi, che in totale usano oltre 518 milioni di dispositivi per visualizzare contenuti di ogni genere, dai film alle serie tv, passando per documentari e cartoni animati. E lo fanno ovunque, sul divano di casa in metro o sulla panchina di un parco.  Sono i numeri impressionanti che Greg Pet......

Normalmente quando un’app viene disinstallata dallo smartphone è perché chi la usa non vuole più saperne nulla: non è più utile al suo scopo, occupa troppo spazio o semplicemente il servizio che offre ha stancato. Presto però — ha denunciato in questi giorni Bloomberg — sempre più app potrebbero dotarsi di un’abilità fastidiosa: capire di essere state cancellate e ripropor......

Apple sta lavorando a un nuovo modello di cuffie a cancellazione di rumore. Le prime indiscrezioni risalgono già a febbraio 2018, ma sporadici aggiornamenti sono arrivati poi durante il corso di quest’anno.   Il prodotto non verrà presentato prima di Natale, ma pare sia destinato ad un debutto più avanti, nel corso del 2019, forse nell’ambito di una revisione della gamma degli auri......

 Possiamo aiutarti?